Icona di ricerca download.it

Quale decoder digitale terrestre comprare

Se ti piace guardare la televisione ma non hai un apparecchio che potrebbe definirsi nuovissimo, allora probabilmente ti stai informando su come continuare a guardare la TV nonostante lo switch-off verso lo standard DVB-T2. Hai capito che ti serve un decoder per mantenere la tua televisione operativa. Ma ti starai chiedendo quale decoder digitale terrestre comprare. Il passaggio definitivo dal vecchio standard a quello di nuova generazione sarebbe dovuto avvenire tra l‘autunno del 2021 e la primavera del 2022. Tuttavia le cose non sono andate proprio così. Se la prima tabella di marcia prevedeva il completamento del trasferimento al DVB-T2 entro l’estate 2022, le emittenti nazionali e locali e i produttori di televisori hanno spinto molto perché questo processo fosse rallentato. Quindi, non c’è bisogno di correre a comprare un nuovo apparecchio televisivo. E c’è tempo per capire quale decoder digitale terrestre comprare. Cominciamo, prima di tutto, col comprendere se effettivamente ti serve un decoder. Se il tuo televisore è stato comprato nel 2017 o successivamente, non hai nulla di cui preoccuparti perché dovrebbe già essere compatibile con lo standard DVB-T2. Dal 1 gennaio di quell’anno, infatti, tutti i rivenditori sono stati obbligati per legge a distribuire esclusivamente apparecchi di nuova generazione. Se il tuo TV è più vecchio, invece, è probabile che non sia compatibile. Guarda nelle specifiche sul libretto di istruzioni o sulla scatola, se ce l’hai ancora: nel caso in cui non ci sia scritto DVB allora il tuo televisore non è compatibile con i nuovi standard. Potresti comprare un nuovo apparecchio, ma l’alternativa decisamente più economica è quella di collegare un decoder T2 alla TV che hai già.

I decoder digitale terrestre sul mercato

Un decoder serve a decodificare un segnale e trasformarlo in un altro formato. Nel caso del decoder digitale terrestre questo riceve un segnale digitale dall'antenna e lo converte in analogico, trasmettendo poi alla TV. Questo tipo di tecnologia ha concesso di ampliare moltissimo il numero dei canali televisivi disponibili in chiaro per tutti (senza satellite) poiché sulla stessa frequenza possono esserne posizionati di più. Inoltre, la qualità audio e video risulta di gran lunga migliore. Poi bisogna specificare che i decoder digitale terrestre sono diversi dai decoder satellitari: i primi decodificano il segnale terrestre, i secondi il segnale satellitare. Alcuni canali TV si possono guardare sia sul digitale terrestre che su Tivùsat, ma non tutti. E poi ci sono i decoder combo, ovvero degli apparecchi compatibili con entrambe le tecnologie. Con questi ultimi potrai vedere sia i canali satellitari Tivùsat che quelli terrestri.

Come scegliere un decoder digitale terrestre

Se ti stai chiedendo quale decoder digitale terrestre comprare sei certamente tra coloro che si trovano a dover acquistare un nuovo decoder T2 per poter ancora vedere i canali terrestri. Quindi la cosa più importante, al di là dei consigli sui modelli specifici in commercio, è diventare autonomo nella selezione. Ovvero imparare a scegliere il decoder in base ad alcuni parametri ed in particolare alle funzionalità e al rapporto tra qualità e prezzo. Il primo requisito, ovviamente, è che il nuovo decoder sia compatibile con il nuovo formato (tuner DVB-T2 con la codifica HEVC a 10 bit). Il secondo requisito fondamentale è che sia compatibile con il tuo televisore. Se quest’ultimo lo hai acquistato dopo il 2000 dovrebbe essere dotato di una porta HDMI grazie alla quale è possibile collegare tutti i decoder sul mercato. Ma se la tua TV non ha una porta HDMI dovrai necessariamente trovare un decoder con una presa SCART. Oltre a questi due requisiti imprescindibili, ci sono tante altre funzionalità che possono essere prese in considerazione. E ci sono davvero tantissimi apparecchi appartenenti a fasce di prezzo differenti tra cui scegliere. Quindi è bene avere un quadro chiaro di quali sono le principali caratteristiche aggiuntive che può avere un decoder digitale terrestre e individuare quelle che per te sono prioritarie. Ad esempio la connessione a Internet, indispensabile per effettuare un aggiornamento periodico del software. Questa caratteristica potrebbe sembrarti superflua, ma potendo aggiornare il dispositivo, il decoder sarà efficiente molto più allungo. In caso contrario ti ritroverai presto con una tecnologia obsoleta da sostituire. Inoltre, se collegabili alla rete Wi-fi, i decoder offrono la possibilità di accedere a servizi di video on demand e a molti servizi interattivi. Poi c’è il parental control, inutile per molti ma indispensabile per chi ha figli. Si tratta di una funzionalità grazie alla quale è possibile controllare l’accesso dei bambini ai canali e ai programmi televisivi in generale. Ad esempio è possibile vietare la visione della TV in alcune fasce orarie, come quelle notturne, oppure selezionare i canali e i programmi che possono vedere e vietarne altri. E poi c’è anche la suddetta funzionalità combo. Per chi non vuole perdersi davvero nulla, l’acquisto di un decoder capace di ricevere sia i canali terrestri che quelli satellitari offre il vantaggio di avere una scelta ancora più ampia di canali da tutto il mondo.

Il decoder standard più economico

Se vuoi semplicemente acquistare un decoder spendendo il prezzo più basso possibile, allora qui ti segnaliamo il modello più economico sul mercato. Si chiama TeleSystem TS6818 e lo puoi acquistare addirittura al costo di 25 euro circa. Il suo prezzo può variare e in alcuni negozi può arrivare a costare 50 euro ma ti assicuriamo che online puoi trovarlo alla metà del prezzo. Questo è un decoder standard compatibile con il DVB-T2 del digitale terrestre ma anche con il formato HDR HLG. È dotato di alcuni funzionalità automatiche come la scansione dei canali e il loro ordinamento (LCN). Come tutti i decoder standard, anche il TeleSystem TS6818 ti offre la comodità della guida ai canali (EPG) nella quale è possibile consultare informazioni aggiuntive come la descrizione dei programma e l’ora di inizio e fine.

Il decoder con il miglior rapporto tra funzionalità e prezzo

Se un decoder standard, con funzionalità di base, ti sta stretto, allora nella scelta di quale decoder digitale terrestre comprare dovrai valutare quelli con funzioni aggiuntive. Tra questi, il migliore in termini di rapporto tra qualità e prezzo sembra il Digiquest Twin. Questo decoder non ti offre solamente l’ accesso ai canali con tecnologia DVB-T2, ma anche delle funzionalità aggiuntive molto interessanti. Il tutto al costo di circa 40 euro. Prima di tutto ha il collegamento ad Internet che lo rende anche un apparecchio in grado di trasformare il tuo televisore in una smart TV. Potrai finalmente vedere anche Netflix, DAZN, Amazon Prime, Disney+ e accedere a tutte le altre piattaforme per lo streaming legale. In secondo luogo Digiquest Twin è dotato di un hard disk integrato grazie al quale potrai registrare programmi, film e serie TV su due canali contemporaneamente (per farlo basta premere il tasto REC del telecomando). Grazie all’hard disk interno, con questo decoder puoi anche mettere in pausa un programma che stai guardando e poi riavviarlo appena sei pronto a riprendere la visione.

Il decoder combo più economico

Se con lo stesso apparecchio vuoi ricevere sia i canali del digitale terrestre che i canali satellitari presenti su Tivùsat, quello che ti serve è un decoder combo. In commercio ce ne sono tanti ma il più economico di tutti risulta essere il Cobra Dingo HD. Questo apparecchio ha un costo di circa 40 euro ma supporta la risoluzione massima Full HD. Inoltre ha la funzione PVR che ti consente di premere REC e registrare programmi, film e serie TV su un hard disk interno per vederli in un secondo momento. La funzionalità “time-shift”, poi, ti permette di guardare i programmi in diretta anche in differita. All’interno di Cobra Dingo HD, inoltre, è presente un player multimediale per la riproduzione di file audio, video e fotografie. L’unica vera pecca di questo decoder, ma ampiamente giustificata dal suo prezzo davvero conveniente, è l’assenza di slot per l’inserimento di schede d’espansione o smart card.

Il decoder combo con il miglior rapporto tra funzionalità e prezzo

Se desideri un decoder che combini canali terresti e satellitari e non ti accontenti del più economico sul mercato allora la soluzione potrebbe essere lo Zgemma H11S, il migliore come rapporto tra qualità e prezzo. Questo decoder DVB-T2/S2x multistream costa circa 80 euro ma si tratta di un ottimo prezzo considerate le sue caratteristiche tecniche. Diciamo che questo è il decoder combo meno costoso tra quelli di fascia media. Collegandolo al tuo televisore, infatti, potrai guardare i canali DVB-T2 (terrestri) e quelli DVB-S2X (satellitari) con la risoluzione 4K. Può essere collegato ad Internet per accedere e visualizzare i contenuti IPTV, sia via Wi-fi che con il cavo Ethernet. È dotato di una porta USB e di uno slot per una microSD per la registrazione, oltre, ovviamente, allo spazio per la smart card di Tivùsat. Insomma, al decoder Zgemma H11S non manca proprio nulla per essere un apparecchio di riferimento per chi vuole un televisore in grado di avere una scelta di canali particolarmente ampia. Anche se ha un solo Giga di memoria, poi, con l’inserimento di una microSD potrai aumentare notevolmente questo spazio per tenere in registrazione diversi programmi.

Guide Consigliate

Come abbonarsi a Netflix e quanto costa, con i trucchi per risparmiare

A lavoro tutti i tuoi colleghi parlano della Casa di carta oppure sul bus per andare a scuola i tuoi compagni spoilerano l'ultimo episodio di Stranger...

Come sbloccare la tastiera del pc

Stavi scrivendo una email, o, forse, semplicemente navigando su internet, quando all'improvviso la tua tastiera ha smesso di funzionare. Hai pensato...

Come scaricare Windows 11

Volete fare un upgrade del vostro sistema operativo, quindi passare dalla versione 10 alla nuova versione di Windows, ovvero la 11? Qualora vogliate...